Lo Hobbit – J.R.R. Tolkien

Immagine

 
Titolo: Lo Hobbit
Autore: John Ronald Reuel Tolkien
1° edizione: 1937
Lingua originale: inglese
Ambientazione: Terra di Mezzo
Protagonista: Bilbo Baggins
Pagine: 410

Cosa ne penso…

Era una vita che volevo leggere Lo Hobbit ed il Signore degli Anelli (su questo sto ancora lavorando) ed ora ci sono finalmente riuscita.
Trovo che il libro sia molto piacevole, gli scenari dipinti da Tolkien sono assolutamente mozzafiato nonostante talvolta la sua narrazione risulti un po’ lenta. Tutti i personaggi che compaiono nel libro sono unici e interessanti, nessuno di questi risulta irrilevante e sembra proprio di riuscire a vederli mentre scorri le righe.
Successivamente ho visto i tre film recentemente usciti e devo dire che i personaggi sono abbastanza fedeli, alcune scene sono molto belle, ma è un peccato che abbiano tralasciato qualcuno e abbiano un po’ favoleggiato tra nani e elfi.
SPOILER ALERT
Ad esempio la scena che personalmente ho reputato più bella, emozionante e stupefacente del libro non è presente nel film. Quando Smaug (le cui squame sono incastonate di oro e gemme preziose di ogni genere) viene ucciso e precipita nel lago ne resta una piccola parte in superficie ed io mi ero immaginata un quadro più o meno così: dall’acqua limpida del lago si scorge qualche squama, forse una zanna e quando la mattina seguente la morte del drago il sole illumina la superficie dell’acqua i bagliori delle gemme danno luogo ad uno spettacolo meraviglioso tra riflessi con l’acqua e colori sgargianti. Non so se ho reso l’idea, ma io ho immaginato così questa scena e mi ha emozionata davvero molto.

 

 4.5

Valutazione

4.5

Lascia un commento