Tre giorni… e che giorni!

Questa settimana è stata discretamente piena di turbolenze. In realtà parlare di “settimana” non è proprio corretto, diciamo che tutto si è svolto nel giro di tre giorni.
Mercoledì è iniziata la scuola, la turbolenta vita scolastica che quest’anno porterà alla maturità, in qualche modo. Sinceramente ero agitata anche per i nuovi e i vecchi prof. Cambiamenti ci sono stati, ma speriamo siano quelli giusti, perché situazioni come quelle dell’anno passato preferirei non doverle più riaffrontare.
Giovedì è stato praticamente messo in esame il mio futuro: cosa avrei fatto dopo le superiori, ambizioni e sogni, possibilità di studio e di lavoro. Risultato? Non ne ho la più pallida idea! In serata però ho scoperto Melt-a-Plot, un sito che propone una simpatica iniziativa a cui sto partecipando. Se avete voglia di passarci fatelo, merita tantissimo ed io mi sto divertendo veramente un mondo! Questo in realtà è ciò che mi ha fatta riprendere un po’, che mi ha sollevata e mi ha fatta riposare senza più pensare al resto.
Anche perché questa mattina aveva l’esame di teoria per la patente. Non sto neanche a dire che agitazione! Dovevo entrare al secondo turno, ore: 9:30. Ci hanno chiamato per entrare nell’aula alle 10:40. Con questo non aggiungo altro per farvi capire i miei nervi in che condizioni stavano.
Sta di fatto che almeno mi sono tolta anche questo pensiero, sono passata e ora sono pronta per disseminare danni in giro per la città.
Stasera mi ritrovo a scrivere qui, a partecipare all’iniziativa di Melt-a-Plot ed in più a essere così eccitata e frenetica da non riuscire a calmarmi. Ma questo in fondo è un bene. Mi entusiasma sempre scrivere e trovare sempre nuovi stimoli per farlo!

-Ronny-

Precedente Campo estivo - Parte 4 (fine) Successivo Non rubarmi la vita - Parte 1/2

Lascia un commento