Veronika decide di morire – Paulo Coelho

Titolo: Veronika decide di morire
Autore: Paulo Coelho
Genere: romanzo, romanzo di formazione
1° edizione: 1998
Lingua originale: portoghese
Ambientazione: Lubiana (Slovenia)
Protagonista: Veronika
Pagine: 186

Trama:

Veronika ha solo 24 anni quando decide di morire, prende delle pasticche per abbandonarsi dolcemente alla morte, ma qualcosa va storto. Quando riapre gli occhi si ritrova nel manicomio di Villette, dove il medico responsabile studia la causa e la cura della depressione e dei vari disturbi psichici. Purtroppo a Veronika restano solo pochi giorni di vita a causa di un danno al cuore, ma proprio in questi giorni all’interno di Villette crescerà e inizierà a conoscersi profondamente e ad amare la vita.

Cosa ne penso…

Adoro lo stile pulito di Coelho, è semplice e piacevole, la storia non è mai banale ed ogni pagina diventa uno spunto di riflessione sulla propria esistenza. Mi sono identificata subito con la protagonista (tra l’altro abbiamo anche lo stesso nome), riuscivo a vivere le sue emozioni e la sua situazione mi ha letteralmente travolta. Il manicomio descritto dall’interno non è affatto come ci si aspetterebbe, anzi, diventa un luogo quasi piacevole, un posto in cui vige la libertà più totale, senza che la società avveleni l’aria con regole e convenzioni, senza che il ritmo accelerato della vita travolga la massa.
Se qualcuno ha perso la speranza, se qualcuno vive in una società in cui si sente oppresso, forse questo libro potrebbe fare al vostro caso. Riesce ad alleggerire l’anima e probabilmente potrebbe far prendere alla vostra vita una piega inaspettata, vi libererà da tutti quei giudizi, dalle aspettative che hanno gli altri di voi.
E se la vostra vita scorre serena e senza problemi, allora leggetelo lo stesso, perché da un libro del genere c’è sempre da imparare.

Giudizi (da 1 a 10):

Qualità della scrittura: 10
Sviluppo della trama: 10
Personaggi: 10
Godibilità: 10
Profondità: 10
Facilità di lettura: 10

   “Perché alcune persone tentano di opporsi al corso naturale della vita, che è quello di lottare per sopravvivere a qualsiasi costo? Stavo piangendo proprio per questo” disse Veronica.
“Quando ho preso le pastiglie, volevo uccidere qualcuno che detestavo. Non sapevo che, dentro di me, esistevano altre Veronike che avrei potuto amare. Chew cos’è che spinge una persona a detestarsi?”
“Forse la vigliaccheria. Oppure l’eterna paura di vivere nell’errore, di non fare ciò che gli altri si aspettano.”
[Paulo Coelho – Veronika decide di morire]

 

Voto:

5

5

Precedente Il mondo è diviso in buoni e cattivi? Successivo Guida alla scrittura

Lascia un commento